Matrimoni da sogno nei borghi delle origini: il Wedding Tourism e il Turismo delle Radici

Veduta panoramica di Città Sant'Angelo (dal sito dei Borghi più Belli d'Italia)

MADRID. – Nel panorama sempre più variegato delle scelte matrimoniali, una tendenza in forte crescita sta guadagnando terreno: il fenomeno delle “wedding destination”, o matrimoni celebrati in località diverse da quelle in cui la coppia risiede. Questa pratica, oltre a essere un momento romantico e indimenticabile, si trasforma anche in un’opportunità di attrazione di flussi turistici, rivestendo un ruolo chiave nel “wedding tourism”. In questo contesto, il 2024 è l’anno dedicato al Turismo delle Radici, come parte integrante del Progetto PNRR promosso dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Per esplorare a fondo questo connubio tra celebrazione nuziale e riscoperta delle proprie origini, il 23 gennaio presso il Teatro Comunale di Città Sant’Angelo si terrà il Convegno “Wedding Destination e Turismo delle Radici – I Borghi come luogo di ritorno”. L’iniziativa è promossa e coordinata dall’Associazione Wedding Bureau Consulting, in collaborazione con il Comune di Città Sant’Angelo e la Camera di Commercio Chieti Pescara. Il patrocinio del CRAM – Consiglio Regionale Abruzzesi nel Mondo sottolinea l’importanza di questo evento nel contesto delle iniziative dedicate al Turismo delle Radici.

Il fenomeno delle “wedding destination” è alimentato dalla ricerca di un’esperienza unica e dalla voglia di legare il giorno del matrimonio a luoghi significativi per gli sposi. Spesso, questa scelta è motivata dalla nostalgia e dalla volontà di riscoprire le radici culturali e geografiche della coppia, ritornando ai luoghi dell’infanzia degli sposi o esplorando le terre dei loro antenati.

Il Convegno si prefigge di esplorare i molteplici aspetti di questa tendenza emergente, mettendo in luce il legame tra il wedding tourism e il Turismo delle Radici. I borghi, con la loro autenticità e il loro fascino intramontabile, diventano spesso i protagonisti di questi matrimoni da sogno. Il programma prevede interventi di esperti del settore, che discuteranno sulle sfide e le opportunità legate a questa pratica, analizzando anche l’impatto economico e culturale sui territori coinvolti.

La scelta di Città Sant’Angelo come sede del convegno non è casuale, poiché il comune rappresenta un esempio eccellente di borgo capace di coniugare tradizione e modernità. La collaborazione con la Camera di Commercio Chieti Pescara sottolinea l’importanza dell’evento anche dal punto di vista economico, evidenziando il potenziale di crescita e sviluppo che il wedding tourism può portare alle comunità locali.

Per partecipare è obbligatoria l’iscrizione inviando mail di adesione a [email protected]