Papa Francesco: condizioni buone e stazionarie, non ha polmonite

Il Papa nell'udienza con Santiago Peña Palacios, presidente della Repubblica del Paraguay. (Vatican news)
MADRID.  – “Le condizioni del Papa sono buone e stazionarie, non presenta febbre e la situazione respiratoria è in netto miglioramento”. A rassicurare sulla salute di Papa Francesco è  il direttore della Sala Stampa vaticana, Matteo Bruni: il pontefice si era collegato ieri mattina da Casa Santa Marta per l’Angelus, spiegando di avere una “infiammazione ai polmoni”.
Secondo quanto rivelato dallo stesso Bruni, la Tac a cui Francesco si è sottoposto sabato  “ha escluso una polmonite, ma mostrava una infiammazione polmonare che causava alcune difficoltà respiratorie”. Il portavoce spiega   inoltre che “per facilitare il recupero del Papa, alcuni importanti impegni previsti per questi giorni sono stati rimandati perché possa dedicarvi il tempo e le energie desiderate. Altri, di carattere istituzionale o più facili da sostenere date le attuali condizioni di salute, sono stati mantenuti”.
Sempre per gli stessi motivi di salute, si è svolta a Santa Marta l’udienza di stamattina con il presidente della Repubblica del Paraguay, Santiago Pena Palacios, il quale si è successivamente incontrato, nel Palazzo Apostolico Vaticano, con il cardinale Pietro Parolin, segretario di Stato, accompagnato da Monsignor Paul Richard Gallagher, segretario per i Rapporti con gli Stati e le organizzazioni internazionali.
“Durante i cordiali colloqui in Segreteria di Stato – si legge in una nota della Santa Sede – è stato espresso compiacimento per le buone relazioni tra la Santa Sede e la Repubblica del Paraguay e la volontà di rafforzarle ulteriormente. Ci si è poi soffermati sul programma del nuovo Governo del Paraguay per contrastare la povertà. Inoltre, si sono toccati alcuni temi di comune interesse quali la salvaguardia dell’ambiente, la situazione dei Paesi della Regione e l’impegno per la pace tra le nazioni”.
(Redazione/9colonne)