Il Comites di Madrid sempre più vicino ai connazionali

Il presidente del Comites Madrid, Andrea Lazzari, e il consigliere Franco Savoia con il sindaco e alcuni consiglieri comunali di Logroño che ha ospitato l’incontro

MADRID.- I Comitati degli Italiani allEstero (COMITES) sono presenti da circa quarantanni in più di 130 Nazioni e hanno svolto e svolgono una funzione primordiale di cinghia di trasmissione tra le comunità degli Italiani residenti allestero e le Istituzioni Consolari, presentando istanze, opinioni  e perché no, anche consigli, con lunico scopo di far conoscere le esigenze e migliorare la qualità della vita di noi lontani dalla Madre Patria.

Ogni Comites è diviso in Circoscrizioni” cioè zone di influenza in ogni Nazione, zone che in generale sono sempre grandi estensioni di territorio.

I Comites hanno quindi anche il problema di essere presenti” il più possibile in tutta la propria Circoscrizione; farsi vedere e conoscere non solo nella sede Consolare” ma arrivare fisicamente anche nelle zone più remote per far capire meglio le sue funzioni.

Purtroppo sono ancora troppo pochi” gli italiani che conoscono il Comites, pochi gli danno limportanza che merita; lasciamo stare i motivi, sono base di altri studi, ma la realtà è questa e quindi il vecchio, famoso e corretto adagio che dice: se Maometto non va alla montagna…”, è quanto mai attuale e meritevole di essere attuato.

 

Foto ricordo con il presidente Andrea Lazzari e il consigliere Franco Savoia con gli italiani della circoscrizione visitata.

 

Su questa realtà il Comites Madrid incontró gli italiani residenti a Siviglia, e sempre su questa realtà il Comites Madrid, rappresentato dal Presidente Andrea Lazzari e dal Consigliere Franco Savoia, ha incontrato il 18.11.’23 gli italiani residenti in Alava, Guipuzcua, La Rioja e Navarra, alla presenza anche del “Alcalde y  Consejales “ (Sindaco e Consiglieri) della città di Logroño che ha ospitato questo incontro..

Un incontro importantissimo durante il quale i rappresentanti del Comites di Madrid hanno trasmesso informazioni riguardanti la ragione di esistere di questa istituzione e l’impegno che portano avanti i suoi consiglieri. Al tempo stesso hanno potuto apprezzare, in ognuna di queste località, una italianità attiva, efficiente, organizzata grazie alla positiva opera di Luciana Schiavarelli, Console Onorario dItalia che brilla per la sua attività concreta e costruttiva al servizio della Comunità Italiana.

La riunione è stata positiva, molti dei presenti hanno capito meglio in cosa consiste la realtà del Comites, ma anche i membri del Comites hanno potuto confermare il concetto prima espresso e cioè: se vogliamo che l’Istituzione sia conosciuta, bisogna farla conoscere, presentarla, è necessario riunire quante più persone, coinvolgerle, insomma bisogna fare in modo che il Comites “sia presente” in ogni angolo della propria Circoscrizione.

Dobbiamo proseguire su questa strada!

F. S.