Biden ricorda assassinio JFK 60 anni fa: “Un trauma per l’America”

Il momento dell'attentato a Dallas.

NEW YORK. – Mercoledì il presidente americano Joe Biden ha ricordato il 60° anniversario dell’assassinio dell’ex presidente John F. Kennedy scrivendo che la morte di Kennedy è stata “un momento decisivo, di profondo trauma e perdita che ha scioccato l’anima della nostra nazione”.

Per Biden “in vita e in morte, il presidente Kennedy ha cambiato il modo in cui vedevamo noi stessi”, sapendo trasformare anche il dolore della perdita. “Ci ha invitato a prendere la storia nelle nostre mani e a non smettere mai di lottare per costruire un’America che sia all’altezza dei suoi ideali più alti”, ha aggiunto il presidente americano.

Biden ha ricordato che lui era al college quando la notizia lo ha raggiunto e che Kennedy ha ispirato poi il suo impegno politico.

Biden è infatti il secondo presidente cattolico dopo JFK. Kennedy “ha fissato saldamente la bussola della nostra nazione su molte delle questioni più importanti del 20° secolo, dai diritti civili, al diritto di voto, alla parità di retribuzione per le donne”, ha concluso Biden ribadendo che la sua figura ha “ispirato una nazione”.

(AAA/Mal /askanews)