L’ambasciatore Guariglia nominato segretario generale della Farnesina

MADRID — Nuova tappa professionale per l’ambasciatore Riccardo Guariglia. Con un incarico prestigioso che lo porterà di ritorno a Roma, dove assumerà il ruolo di vertice della struttura diplomatica italiana. Il Consiglio dei Ministri ha infatti affidato al sinora capo della missione a Madrid l’incarico di segretario generale del Ministero degli Affari Esteri. Prossimamente, quindi, è previsto un avvicendamento per il ruolo di ambasciatore in Spagna e ad Andorra.

La notizia è stata ufficializzata ieri sera con un comunicato. “Il Consiglio dei Ministri ha nominato oggi l’Ambasciatore Riccardo Guariglia Segretario Generale della Farnesina”, recita la nota. “Guariglia succederà da marzo all’Ambasciatore Ettore Francesco Sequi, cui vanno i ringraziamenti del Vicepresidente del Consiglio e Ministro degli Esteri Antonio Tajani per il servizio reso con grande senso dello Stato in questi anni”.

Come spiegato sul sito ufficiale del Ministero degli Affari Esteri, le principali funzioni del segretario geneale sono quelle di “coadiuvare” direttamente il ministro ai fini dell’elaborazione degli indirizzi e dei programmi del Ministero, “sovrintendere” all’azione dell’amministrazione e “assicurarne” la continuità delle funzioni, coordinandone uffici e attività.

Nato a Chicago nel 1961, Guariglia è di famiglia napoletana ed è laureato in economia e commercio presso l’Università di Roma. Come raccontato dal diretto interessato questa settimana, in occasione di un evento culturale su Benedetto Croce, il diplomatico ha origini familiari in comune con il celebre intellettuale.

Entrato in carriera diplomatica nel 1985, Guariglia ha prestato servizio al Cairo, a Bruxelles in qualità di Console, alla rappresentanza permanente presso la NATO come consigliere politico e a Brasilia come vice capo missione. Direttore Centrale per i Paesi europei dal 2008 al 2011, è stato nel 2011 nominato ambasciatore a Varsavia, per poi assumere nel 2014 le funzioni di capo del Cerimoniale Diplomatico della Repubblica. Dal 2018 al 2019 ha svolto le funzioni di capo di Gabinetto. In Spagna è arrivato come ambasciatore nel maggio 2020, approdando in territorio iberico dopo un solitario viaggio marittimo in pieno periodo di lock-down per il Covid.

“Congratulazioni all’ambasciatore Guariglia per la sua nomina”, ha twittato l’Ambasciata di Madrid. “Fieri del suo lavoro nel rafforzamento delle relazioni tra Italia e Spagna”, aggiunge il post. Un messaggio di congratulazioni è arrivato anche dal Comites madrileno, che ha ringraziato il diplomatico “per il suo lavoro” al servizio della comunità italiana residente nel Paese iberico.

La data di assunzione dell’incarico da parte del nuovo ambasciatore o ambasciatrice non è attualmente ancora nota.

F.R. / Redazione Madrid