Sánchez-Feijóo, in arrivo un nuovo ‘round’ al Senato

El socialista Pedro Sánchez y el popular Alberto Núñez Feijóo

MADRID — Pedro Sánchez e Alberto Feijóo, è pronto un nuovo faccia a faccia. Il premier spagnolo e il leader dell’opposizione si affronteranno in un nuovo round dialettico diretto presso il Senato, in un contesto politico contraddistinto da diversi fronti aperti: in particolare, a scaldare il dibattito negli ultimi giorni sono state le questione apertesi per l’abbassamento di alcune condanne per reati sessuali dopo l’entrata in vigore della nuova ‘legge del solo sì è sì’, la proposta del governo per una riforma riguardante la sedizione e le proteste in difesa della sanità pubblica a Madrid.

I due leader tornano a sfidarsi quando manca esattamente un anno alla scadenza naturale dell’attuale legislatura: un momento a cui il secondo arriva con il favore dei pronostici per una vittoria nel 2023, a detta di buona parte dei sondaggi, mentre il suo avversario più diretto ha ottenuto dalla demoscopia segnali in parte positivi, forte anche di buoni risultati nell’ambito della politica internazionale, ma intervallati da frequenti crisi, di diversa indole, a cui è chiamato a dare risposta come principale responsabile di governo.

Negli ultimi giorni, ad esempio, il premier ha dovuto fare i conti con le durissime polemiche scatenate dalle notizie di condanne per reati sessuali ridotte alla luce della nuova legge anti-violenze sessuali, possibile effetto indesiderato di una delle iniziative più ambiziose del suo esecutivo.

Una situazione vista dall’opposizione come opposizione per distogliere l’attenzione dagli argomenti più spinosi che ne riguardavano i principali partiti, ad esempio l’interruzione dei negoziati sul rinnovo del Consiglio superiore della Magistratura da parte del Partito Popolare o le tensioni interne nell’ambito di Vox, e di trovare terreno fertile per nuovi attacchi al governo.

Altro aspetto su cui è impegnato il premier è la sua scommessa in favore di una riforma della sedizione, il principale reato attribuito ai leader indipendentisti catalani condannati al carcere per i fatti del 2017: un’iniziativa gradita a partner parlamentari come Esquerra Republicana, ma fortemente invisa al centro-destra.

Nessuno, probabilmente, rimarrebbe quindi sorpreso se Feijóo puntasse su questi fronti per trovare stoccate dialettiche efficaci nei confronti del rivale. Da capire, invece, se Sánchez farà riferimento a polemiche recenti riguardanti il PP, come la gestione della sanità pubblica messa in atto nella regione di Madrid, come argomento politico per mettere in discussione il proprio avversario.

Redazione Madrid