Sondaggi, Termometro Politico: Fdi cresce ancora, M5s tallona Pd

ROMA, 08 OTT – “Rimane sotto il 50% l’indice di fiducia degli italiani nei confronti della probabile prossima premier Giorgia Meloni. Secondo il sondaggio settimanale realizzato da Termometro Politico tra il 4 e il 6 ottobre, il 51,9% afferma di non avere fiducia nella leader di Fdi contro un 44,9% che invece dice di aver fiducia in lei. Meloni si può consolare con i consensi in crescita del suo partito. Fratelli d’Italia infatti è data prima al 26,6%. Staccato di quasi otto punti il Pd in calo al 18,7%. I dem si devono guardare le spalle dal Movimento 5 Stelle ora al 16%. Nelle retrovie si segnala il sorpasso di Azione/Italia Viva (8%) ai danni di Forza Italia (7,9%). Davanti a loro la Lega sondata all’8,6%. Seguono poi Sinistra Italiana/Verdi al 3,8%, +Europa al 2,6%, Italexit al 2,1%, Unione Popolare all’1,4%, Italia Sovrana all’1,3%, Noi Moderati allo 0,7%, Vita allo 0,7% e Impegno Civico allo 0,3%”.

E’ quanto riporta una nota. “In merito alla composizione del prossimo governo, quattro italiani su dieci ritengono che debbano essere scelte le persone più adatte in ogni ministero a prescindere dal fatto che siano politici o tecnici- si spiega -. Un terzo degli italiani (36,1%) dà la colpa del possibile aumento delle bollette alla speculazione internazionale sui prezzi del gas, il 17,3% all’Ue che ‘non starebbe facendo nulla per frenare questi rincari’, l’11,1% alle aziende energetiche che ‘approfitterebbero della situazione per aumentare i profitti”, il 14,8% alla Nato “che prolunga la guerra per i propri interessi’, il 12,7% alla Russia e a Putin e infine il 6,2% al governo italiano che “non avrebbe fatto abbastanza per aiutare le famiglie”.

Spazio anche alla guerra in Ucraina: “Il 52,2% non crede possibile che la Russia utilizzi l’atomica. Di diverso avviso il 42,8%: tra questi c’è chi considera Putin un “uomo senza scrupoli” (16,2%) e chi addita la Nato responsabile di un’eventualità del genere (26,6%)”. Il sondaggio è realizzato con metodo CAWI: 3700 interviste raccolte tra il 4 e il 6 ottobre 2022. (ANSA).