Stop frodi e più sicurezza a tavola, progetto Pnrr da 17 milioni

ROMA, 06 OTT – Ridurre frodi e sofisticazioni nel settore agroalimentare, ma anche amplificare i sistemi di controllo dei processi di produzione e quindi la fiducia dei consumatori e la sensibilizzazione verso diete più sane e sostenibili e la riduzione degli sprechi di cibo. Sono questi alcuni degli obiettivi del progetto Metrofood-it finanziato con 17,8 milioni di euro dal Pnrr. A coordinarlo è Enea, lanciandolo a pochi giorni dalla Giornata mondiale dell’alimentazione del 16 ottobre.

Un progetto imperniato sulla trasparenza, che punta a rafforzare l’eccellenza scientifica italiana nella sicurezza alimentare attraverso piattaforme e servizi per qualità, autenticità e rintracciabilità delle materie prime e dei prodotti e per la digitalizzazione del settore. Enea metterà a disposizione 11 tra infrastrutture e laboratori in 5 centri ricerche, 6 unità operative oltre a un mix di tecnologie Ict per sviluppare una piattaforma open data utile a ricercatori, agenzie di ispezione e controllo, policy maker, aziende e cittadini, per incrementare qualità, sicurezza, tracciabilità ma anche “food transparency” ed economia circolare.

“Il contributo del progetto sarà fondamentale per raggiungere gli obiettivi prioritari del settore agroalimentare”, spiega la coordinatrice Claudia Zoani della divisione Biotecnologie e Agroindustria. Metrofood-it, da domani al 9 ottobre sarà presente al Maker Faire Rome 2022 con un suo stand, agirà da interfaccia tra ricerca e innovazione, industria e consumatori, definendo processi e scenari per lo sviluppo di nuovi sistemi agroalimentari sostenibili, con un coinvolgimento diretto tra i vari stakeholder su obiettivi, attività, risultati e impatti. (ANSA).