Tumori, Paolo Veronesi: con dieta sana e sport – 30% rischio

MILANO, 06 OTT – Corretti stili di vita come una dieta sana e attività fisica riducono del 30% il rischio di ammalarsi di patologie oncologiche. È il messaggio che Paolo Veronesi, direttore Senologia dell’Istituto europeo di oncologia, fondato dal padre Umberto, ha portato nel corso della presentazione del libro di ricette dello chef Davide Oldani, ‘Insieme. Salute e stagioni’ realizzato per Coop e il cui ricavato andrà alla ricerca contro il cancro realizzata da IEO. “Una dieta adeguata ma appagante e una corretta attività fisica riducono del 30% il rischio di ammalarsi di patologie oncologiche – ha spiegato Veronesi – . Ovviamente è importante anche la prevenzione secondaria, con la diagnosi precoce, quindi ad esempio per le donne fare la mammografia una volta all’anno dai 40 anni. Questo è basilare se vogliamo avere meno probabilità di ammalarci”.

Anche la ricerca sta facendo molto e negli “ultimi dieci anni c’è stata una rivoluzione nel campo delle terapie, e quindi è importante continuare a finanziarle – ha proseguito – perché ci sono circa 1000 nuovi casi di diagnosi di tumore al giorno in Italia ma il nostro è il Paese dove si guarisce meglio in Europa”. Tra i nuovi progetti che verranno realizzato allo IEO, come ha spiegato l’amministratore delegato, Mauro Melis c’è quello di un centro di terapia a protoni “che sarà il primo in Italia di questa tipologia e che aprirà a settembre del 2023 con un investimento di circa 40 milioni. L’obiettivo è portare in Italia una terapia diversa dalle radio terapie tradizionali, a protoni che hanno il vantaggio di essere più precise e di non danneggiare gli organi circostanti”. (ANSA).