Coppa Davis, Sinner e Sonego portano l’Italia in semifinale. Domani c’è la Serbia

Jannik Sinner e Lorenzo Sonego felici dopo la vittoria sull'Olanda (Photo by LLUIS GENE / AFP)

MADRID. – Fortissimamente Sinner: l’Italia del tennis è in semifinale di Coppa Davis. Ancora una volta decisivo il campione di San Candido, capace ieri di vincere il suo singolare e di trionfare nel doppio (al fianco di Sonego), regalando così il penultimo atto (si spera) agli azzurri. Battuta 2-1 l’Olanda nella Final 8 di Malaga, al termine di una sfida appassionante. Domani c’è la Serbia di Djokovic in semifinale.

Una giornata dalle forti emozioni: alla fine può iniziare la festa  

E pensare che la mattinata di ieri non era iniziata nel migliore dei modi per l’Italia: Matteo Arnaldi, spedito in campo dal CT Volandri per disputare il primo singolare, cedeva 2-1 al cospetto dell’olandese Botic Van De Zandschulp (7-6, 3-6, 6-7), al termine di un match combattuto.

A quel punto l’Italia era sotto 1-0 e tutto veniva affidato alla sapiente racchetta di Jannik Sinner che, reduce dalla finale delle ATP Finals di Torino nella quale aveva perso da Djokovic disputando comunque un gran torneo, se la doveva vedere con Tallon Griekspoor, giocatore insidioso e numero 23 delle classifiche mondiali. Dopo un primo set equilibrato (vinto dall’azzurro al tie-break), Sinner si scatenava nel secondo, portando a segno una serie di palle vincenti micidiali, che annichilivano l’avversario. Alla fine, ecco servito un 6-1 senza possibilità di replica. Sull’ 1-1, Olanda e Italia si sarebbe dunque decisa nel doppio.

Volandri decideva di confermare in campo Sinner, nonostante l’impegno precedente contro Griekspoor. E il rischio veniva premiato, visto che la coppia azzurra Sinner-Sonego dava all’Italia il punto decisivo per conquistare le semifinali della Davis. L’incontro, sulla carta, non era dei più agevoli, visto che il tandem olandese formato da Griekspoor e Koolhof poteva mettere in campo davvero tanta esperienza. Alla fine, azzurri vittoriosi in soli due set (6-3, 6-4). La festa poteva dunque iniziare.

Le dichiarazioni di Sinner: “Pronto alla sfida con Nole”. Sonego: “Ho dato tutto” 

Sinner, nel frattempo, è già pronto alla sfida contro la Serbia, con un pensiero speciale al suo rivale preferito: “Per la mia crescita personale voglio affrontare Djokovic. Tutte le partite partono alla pari, può succedere di tutto. Sono contento di essere qui a Malaga, l’anno scorso non ho potuto partecipare alle Finals per infortunio. Sono qui per dare il 100% per la squadra”. Gli ha fatto ecco Lorenzo Sonego, altro eroe del doppio di ieri: “Ho cercato di mettere tanta energia in campo – ha dichiarato l’italiano, numero 47 del Mondo – e di spendere tutto quello che avevo dentro. E’ bello avere Jannik come compagno: trasmette tranquillità ed aumenta il tasso tecnico della nostra Nazionale”.

Italia-Serbia, domani la semifinale: sarà ancora Djokovic contro Sinner 

Domani, a partire dalle ore 12.00, sarà dunque di scena a Malaga la seconda semifinale di Coppa Davis 2023 tra l’Italia e la Serbia. i balcanici hanno liquidato con un netto 2-0 la Gran Bretagna dopo i due singolari. Si prospetta dunque una nuova sfida fra Novak Djokovic (n.1 del mondo) e Jannik Sinner (n.4), dopo i due incroci delle recenti ATP Finals di Torino (una vittoria per parte). Ma l’Italia ora è in semifinale, ad un passo dalla possibilità di giocarsi il trionfo in Coppa Davis. E, come si suol dire, l’appetito vien mangiando.

(Redazione/9colonne)az