Premierato, inizia iter in Commissione Affari costituzionali al Senato

Commissione Affari Costituzionali

MADRID. – In Commissione Affari costituzionali al Senato prende il via l’iter parlamentare del ddl Casellati sul premierato, a cui è stato abbinato il ddl Renzi sul “sindaco d’Italia”. Dopo l’illustrazione di entrambi i testi da parte del presidente della Commissione e relatore, Alberto Balboni, l’ufficio di presidenza che ha concordato i primi 16 soggetti da audire (ex presidenti di Corte costituzionali docenti di diritto costituzionale e forze sociali).

Le audizioni inizieranno martedì prossimo alle 13. “Un piccolo ma significativo tassello della storia politica della nostra nazione è stato posto oggi in commissione Affari costituzionali del Senato con l’incardinamento del ddl costituzionale sul premierato. Presente anche il ministro per le Riforme, Elisabetta Casellati.

Come segretario di commissione rivolgo a lei e al relatore, il senatore Alberto Balboni, il mio vivo ringraziamento, perché con questa attesa riforma l’Italia potrà finalmente contare su governi stabili espressione diretta degli elettori, mettendo fine una volta per tutte a inciuci, trasformismi ed esecutivi tecnici.

Il governo Meloni, con la collaborazione di tutte le forze politiche, è dunque pronto a scrivere la storia d’Italia”: lo dichiara la senatrice di Fratelli d’Italia Domenica Spinelli, segretario della commissione Affari costituzionali.

Durante il premier question time, il capogruppo del Pd al Senato Francesco Boccia va all’attacco, rivolgendosi a Giorgia Meloni in aula: “Di promessa in promessa fa annunci che poi deve smentire, i vostri pasticci sulle pensioni come i vostri sogni di premierato si schianteranno contro la Costituzione, perché esistono ancora i diritti acquisiti che saranno tutelati dalla Corte costituzionale”.

(REDAZIONE/9COLONNE)